Formattare una chivetta USB da terminale

Un po’ di tempo fa sul forum di DylanBlog ho spiegato come formattare una penna USB da terminale. Oggi vi ripropongo i passaggi per formattare una memoria USB, ma anche altri tipi di memoria rimovibile come  le schede SD, ecc. A differenza delle istruzioni presenti nel forum, vi spiego anche come creare la partizione necessaria per utilizzare nuovamente il vostro supporto rimovibile.

Collegate la vostra chiavetta USB al pc, aprite un terminale e digitate:

sudo fdisk -l

Vi verrà mostrata una lista dei dispositivi di archiviazione montati e quindi anche la vostra memoria USB. Nel mio caso è stata riconosciuta così:

Disco /dev/sdb: 1006 MB, 1006632960 byte
65 heads, 32 sectors/track, 945 cylinders
Units = cilindri of 2080 * 512 = 1064960 bytes
Disk identifier: 0xc3072e18

Dispositivo Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sdb1   *           1         942      978928    6  FAT16
La partizione 1 ha diversi elementi finali fisici/logici:
phys=(956, 64, 32) logico=(941, 18, 32)

Annotatevi da qualche parte il device assegnato alla vostra memoria, nel mio caso la penna USB è riconosciuta come “/dev/sdb1”.

Formattare una chivetta USB da terminaleultima modifica: 2009-05-21T08:00:00+00:00da ciaolinux
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Formattare una chivetta USB da terminale

  1. Tratto da Wikipedia:
    “In informatica la formattazione è l’operazione tramite la quale si prepara per l’uso un supporto di memorizzazione di massa, come ad esempio un disco fisso, impostando la struttura del file system. L’operazione consiste nel dividere la capacità del disco in una serie di blocchi di uguali dimensioni e fornire una struttura in cui verranno scritte le informazioni che permetteranno l’accesso ai dati desiderati.
    L’operazione di formattazione non garantisce la cancellazione dei dati presenti sul disco in quanto si limita a rigenerare la struttura di gestione.”

    Ho sbagliato ad usare il termine formattazione nel contesto del mio articolo? Se sì ti sarei grato se colmassi le mie lacune in materia.

    Ciao da Emanuele

Lascia un commento